Industria aeronautica di Mosca: prospettive ottimistiche nel mercato internazionale
2021-01-11 05:08

Industria aeronautica di Mosca: prospettive ottimistiche nel mercato internazionale

La costruzione di aerei è sempre stata e rimane una delle aree più importanti e strategiche del complesso dell'industria e della difesa russa. Aerei ed elicotteri di fabbricazione russa, sia civili che militari, sono stati ripetutamente esportati, e i contratti sono stati del valore di miliardi di dollari. Le capacità industriali dell'industria aeronautica sono principalmente sparse in tutte le regioni della Federazione Russa, ma il "cervello" dell'industria - i principali uffici di progettazione sperimentale e centri di ingegneria - è concentrato a Mosca.

Il nord di Mosca è la culla dell'industria aeronautica russa

Letteralmente è un fatto storico che le maggiori risorse intellettuali e tecnologiche del paese sono concentrate nel nord di Mosca. Diversi istituti principali, dove brillanti designer hanno iniziato la loro carriera, lavorano qui. I loro cognomi sono diventati comuni molto tempo fa - Sergey Ilyushin, Pavel Sukhoi, Alexander Yakovlev, Andrey Tupolev e altri. Tutti gli uffici di progettazione più importanti sono suddivisioni strutturali della United Aircraft Building Corporation (UAC), e quest'ultima, a sua volta, fa parte della Rostec.

Secondo Vladimir Yefimov, vicesindaco di Mosca per la politica economica, le autorità statali e cittadine prestano molta attenzione allo sviluppo della costruzione di aerei. Anche ora nell'industria sono coinvolti più di 50 mila moscoviti. Diverse decine di imprese industriali e istituti di ricerca sono coinvolti in varia misura nella costruzione di aerei. Nove aziende hanno lo status di complesso industriale, ottenendo così la possibilità di usufruire di benefici speciali per l'imposta sul reddito, l'affitto e altri pagamenti.

Il sostegno statale permette ai produttori di aerei di utilizzare i fondi risparmiati per migliorare la competitività degli aerei sul mercato internazionale.

L'eredità Ilyushin

Gli aerei Ilyushin Il sono ben noti fin dall'epoca sovietica. Durante la storia dell'Ilyushin Design Bureau, sono stati progettati più di 200 aerei di varie modifiche, e 140 di loro sono stati lanciati con successo. Il numero totale di velivoli Ilyushin assemblati in serie fa circa 62 mila.

Oggi S.V.Ilyushin Aviation Complex sta lavorando alla preparazione della produzione di massa del nuovo aereo a lungo raggio IL-96-400M. La sua fusoliera è più lunga di 9,35 m rispetto al modello che ha costituito la base per questa modifica. Un tale cambiamento nel design è stato, non da ultimo, motivato dal desiderio di migliorare il comfort dei passeggeri, che fino a 400 persone possono essere trasportati nella nuova cabina.

Un altro progetto interessante, che è attualmente in fase di sviluppo da PJSC "IL" è un piccolo aereo passeggeri Il-114-300 con 68 posti per i passeggeri. Il progetto è entrato nella fase di completamento, e nuovi aerei di linea di questa marca sono già in fase di assemblaggio negli stabilimenti della United Aircraft Corporation.

L'aereo è previsto per il trasporto aereo regionale. Aiuterà a risolvere i problemi di mobilità dei cittadini russi che vivono nelle regioni settentrionali del paese, in Siberia e nell'Estremo Oriente. Questo modello è anche considerato come una base per la progettazione di varie modifiche di aerei con specializzazioni più strette come il pattugliamento, la fotografia aerea e l'aviazione sanitaria.

Il modello IL-114-300 si concentra principalmente sul mercato interno. Ma l'industria aeronautica russa ha anche alcune moderne soluzioni tecnologiche ottimizzate per l'esportazione. L'esempio più vicino è il Superjet 100.

Innovazioni e nuove tecnologie

Il Superjet 100 è stato creato per essere un aereo passeggeri regionale di nuova generazione. La sua unicità è il fatto che è il primo aereo di linea di così alto livello tecnologico nella storia dell'industria aeronautica della Russia moderna che è stato progettato e prodotto nel paese completamente da zero. Lo sviluppatore è la società Sukhoi Civil Aircraft con sede a Mosca. Dall'anno scorso, l'azienda fa parte di Irkut Corporation come filiale.

Per sviluppare il Superjet 100 sono state utilizzate le tecniche e le tecnologie più recenti e i sistemi di progettazione assistita dal computer. In tutte le fasi del processo di progettazione le soluzioni ingegneristiche sono state testate in modelli 3D in un ambiente di realtà virtuale.

Il Superjet 100 non è l'unico sviluppo high-tech di UAC nel settore degli aerei civili. Un altro interessante sviluppo della Corporazione è l'aereo MS-21 creato dagli ingegneri della Irkut Corporation. A proposito, il centro di ingegneria si trova qui, a nord di Mosca, dove si trovano anche altri nodi intellettuali dell'industria.

L'aereo ha una fusoliera allungata, anche un'ala allungata in materiale composito, e i motori di ultima generazione. Tutte queste innovazioni danno all'MC-21 un serio vantaggio sui mercati nazionali ed esteri. Molta attenzione è data anche all'aspetto ambientale, sia in termini di emissioni che di rumore. Così il modello può ora generare più interesse da parte di potenziali acquirenti dall'estero.

Dall'elettricità ai nuovi elicotteri

Una direzione importante nell'industria aeronautica è lo sviluppo e la produzione in serie di componenti per l'equipaggiamento elettrico che equipaggia gli aerei civili e da combattimento, così come gli elicotteri e i sistemi missilistici.

Un esempio di un produttore di successo di apparecchiature elettriche di bordo è Aeroelektromash JSC, anch'essa un'azienda di Mosca che festeggia il suo 80° anniversario nel febbraio 2021.

Qualche anno fa, Aeroelektromash è diventato ufficialmente un complesso industriale con tutti i vantaggi di questo status. Nei prossimi anni si prevede di investire circa 1,5 miliardi di rubli nella modernizzazione degli impianti di produzione e nella creazione del sistema di "lean manufacturing".

In un futuro molto prossimo, Aeroelektromash prevede di avviare la produzione di massa di un elicottero leggero a propulsione elettrica. Il modello AEM-1 è già stato sviluppato, e sono stati creati anche modelli sperimentali che dimostrano un'autonomia di volo fino a 600 km.