La crescita degli investimenti e dei ricavi degli investitori moscoviti nell'industria farmaceutica è stata registrata
2021-01-11 05:08

La crescita degli investimenti e dei ricavi degli investitori moscoviti nell'industria farmaceutica è stata registrata

L'esportazione di farmaci prodotti a Mosca è aumentata di più del 35% e ammonta a quasi 230 milioni di dollari. Questa figura mostra il volume dei prodotti farmaceutici esportati per nove mesi - da gennaio a settembre 2020.

Questo è stato riferito dal servizio stampa del complesso moscovita di politica economica e delle relazioni tra proprietà e territorio alla mostra internazionale di esportazione "Made in Russia". Secondo il vicesindaco Vladimir Efimov, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, l'aumento è stato del 36,1%, il che dimostra l'accelerazione della dinamica degli investimenti in medicinali prodotti a Mosca.

Il fatturato dei farmaci confezionati è aumentato del 67,1%, e questo gruppo rappresenta più del 60% di tutti i prodotti farmaceutici esportati dalla capitale. Nel frattempo, il totale delle vendite all'estero è di circa 140 milioni di dollari, e la maggior quantità di farmaci preconfezionati, del valore di 23,49 milioni di dollari, è stata venduta all'Uzbekistan.

È stato anche notato che attualmente la Zona Economica Speciale ha localizzato 7 produzioni di prodotti farmaceutici. Dato che l'investimento totale in prodotti farmaceutici ammonta a quasi 5 miliardi di rubli, di cui più dell'80% è assegnato ai residenti della SEZ "Technopolis Moscow".

Gli investimenti e i ricavi degli investitori moscoviti nell'industria farmaceutica sono in crescita

Le grandi aziende high-tech hanno investito più di 4 miliardi di rubli nel 2020, che è l'81% in più rispetto all'anno precedente. L'area di produzione dei residenti comprende una vasta gamma di farmaci prodotti per le cliniche oncologiche, contro le malattie di natura neuropsichiatrica, per vari disturbi del sistema respiratorio, nonché prodotti innovativi per la riparazione dei tessuti muscolari e della pelle. Le aziende sono impegnate nello sviluppo e nella produzione di prodotti per il primo soccorso e le cure di emergenza, compresa la rianimazione cardiopolmonare, che è particolarmente importante oggi, così come il ripristino e il mantenimento rapido della pervietà delle vie aeree superiori.

La tecnopoli stessa si sta posizionando come un motore dell'industria ultramoderna di Mosca che aiuta a sviluppare un nuovo ecosistema fornendo opportunità alle imprese russe di localizzarsi nella capitale. In generale, i residenti della ZES nell'ultimo anno hanno aumentato la produzione dei loro prodotti di 12,5 miliardi di rubli, ed è un quarto superiore allo stesso periodo dell'anno scorso.

I residenti delle SEZ rappresentano circa il 25% di tutti gli investimenti della capitale nella produzione di computer, elettronica e prodotti ottici a Mosca. Secondo l'affermazione di A. Prokhorov, il capo del Dipartimento degli investimenti e della politica industriale, i produttori di prodotti elettronici costituiscono circa il 70% del numero totale di imprese. Sono impegnati nella produzione di ottiche, wafer di silicio, schede, pannelli, chip senza contatto e altra elettronica.

Attualmente 180 aziende tecnologiche innovative sono concentrate a Technopolis "Mosca", 79 delle quali hanno lo status di residenti. Gli investitori hanno investito 36 miliardi di rubli nei loro impianti di produzione, offrendo più di 7000 nuovi posti di lavoro nella capitale. Il progetto è realizzato con l'appoggio del Dipartimento degli Investimenti e della Politica Industriale e consiste in diversi settori: elettronico-ottico, tecnologie ad alta efficienza energetica, nanotecnologie, tecnologie mediche e dell'informazione. Secondo il direttore generale della SEZ Gennady Degtev, i residenti di Technopolis hanno investito 7,4 miliardi di rubli in 9 mesi del 2020.

Tornando all'industria farmaceutica, è importante dire che il forum di esportazione Made in Russia ha visto un aumento significativo delle esportazioni di antibiotici. La domanda di questi farmaci ha mostrato un aumento delle vendite di 10 volte rispetto allo stesso periodo del 2019. I principali clienti di questo gruppo di merci farmacologiche sono la Bielorussia, il Kazakistan e Singapore. Le esportazioni di antibiotici da banco sono aumentate di più di un terzo, cioè del 34,3%, fino a 10,68 milioni di dollari nel 2020.

Secondo il servizio stampa del complesso di politica economica di Mosca, la struttura geografica delle esportazioni è rappresentata soprattutto dai paesi del Medio Oriente. Questi sono l'Uzbekistan con 31,78 milioni di dollari di acquisti, seguito dalla Bielorussia con 29,93 milioni di dollari, Kazakistan con 23,81 milioni di dollari e Ucraina con 19,98 milioni di dollari di ordini. Secondo i risultati di tre trimestri dell'anno scorso, i paesi africani Nigeria e Congo erano anche nella top 10. Hanno importato vaccini umani dalla Russia. Le esportazioni di prodotti farmaceutici sono state di 15,23 milioni di dollari per la Nigeria e di 7,69 milioni di dollari per la Repubblica del Congo. In totale, le aziende farmaceutiche di Mosca hanno effettuato vendite in 93 paesi del mondo.

Secondo Alexander Prokhorov, i prodotti delle aziende medico-farmaceutiche di Mosca stanno guadagnando popolarità non solo nel nostro paese, ma anche nei mercati mondiali. Per esempio, la società "Moscow Endocrine Plant" presenta i suoi prodotti in 18 paesi del mondo. L'anno scorso l'esportazione di beni era il 2,9% del totale delle vendite, e quest'anno questa cifra è migliorata al 6,2%. Avendo visitato l'impianto endocrino, Prokhorov si è assicurato che il capitale è completamente fornito di farmaci della gamma eparina, e l'impresa ha padroneggiato la produzione di un'intera gamma di farmaci per il trattamento di COVID-19.