FATTO IN RUSSIA

Mosca
ITA
Esporta

Le esportazioni delle aziende metropolitane verso il Vietnam sono cresciute di 2,5 volte

107
Le esportazioni delle aziende metropolitane verso il Vietnam sono cresciute di 2,5 volte

L'anno scorso ha piacevolmente sorpreso gli analisti con un forte aumento delle esportazioni di materie prime non energetiche, che le imprese della capitale hanno trasportato in Vietnam. Così, nei primi 9 mesi del 2020, il suo equivalente monetario ammontava a circa 57 milioni di dollari - quasi 2,5 volte più dell'anno scorso. Questo è stato riferito da Vladimir Yefimov, il vicesindaco della capitale, Sergei Sobyanin, sulla politica economica e le relazioni di proprietà e terra. Secondo il rapporto, che ha presentato il funzionario, il volume delle esportazioni non energetiche di Mosca in Vietnam ammontava a $ 57,21 milioni, o 8,5 per cento del totale delle esportazioni non di risorse, la Russia ha fatto nei primi 9 mesi dello scorso anno. La cifra è del 143,7% superiore alla percentuale dell'anno scorso (era solo 23,48 milioni di dollari nel 2019). Secondo Efimov, un salto così netto si è verificato a causa del fatto che Mosca ha stabilito con il Vietnam la fornitura di nuovi gruppi di beni, che non sono stati esportati prima. Per esempio il polipropilene.

La lista delle merci esportate nella repubblica comprendeva anche:

- Prodotti alimentari fatti con l'aggiunta di farina o di materie prime casearie. La loro vendita all'estero ha portato 7,6 milioni di dollari (un aumento del 13,7% rispetto all'anno precedente);

- attrezzature meccaniche, computer e altri dispositivi tecnici. Per questi, gli stranieri ci hanno pagato 3,72 milioni di dollari (un aumento del 292,1% rispetto al 2019);

- prodotti farmaceutici (preconfezionati). Sono stati venduti per 3,03 milioni di dollari (141,9% in più rispetto all'anno scorso).

Direzioni promettenti delle esportazioni della capitale

Alexander Prokhorov, capo del dipartimento investimenti e industria di Mosca, ha detto che il mercato vietnamita è un'area molto promettente per le esportazioni nazionali, soprattutto dal punto di vista dei produttori della capitale.

Secondo il funzionario, i prodotti più richiesti dai vietnamiti sono quelli che soddisfano le esigenze specifiche della popolazione. Per sostenere le sue parole, l'esperto ha raccontato i modelli di spesa dei cittadini dello stato nel 2019. Così, i residenti vietnamiti hanno speso:

- sul cibo - il 33,9% del reddito disponibile;

- per scopi educativi - 7,2%;

- Per l'acquisto di elettrodomestici - 7,1%;

- sull'acquisto di beni e servizi nel campo delle comunicazioni - 6,6%.

Secondo le stime degli esperti di Mosprom (il centro di supporto e sviluppo delle esportazioni), tra tutti gli stati della regione Asia-Pacifico, il mercato di consumo del Vietnam è uno dei più dinamici e in attivo sviluppo. Secondo uno studio condotto dagli esperti del Centro, dal 2015, il volume della spesa dei consumatori vietnamiti è aumentato di circa l'8% ogni anno. In confronto, la dinamica dello stesso rapporto tra gli altri paesi della regione è solo del 4,7%. Oltre a questo, c'è un impressionante potere d'acquisto dei cittadini vietnamiti: nel 2019, era più di 8.000 dollari pro capite.

Mosprom attribuisce questo stato di cose alle seguenti ragioni:

- La maggior parte della popolazione (69,2%) del Vietnam appartiene alla categoria dei cittadini abili. Ecco perché il tasso di disoccupazione nella Repubblica è uno dei più bassi della regione - circa il 2%;

- Le autorità vietnamite stanno attivamente sviluppando grandi città e centri finanziari. Questo ha un impatto positivo sul tenore di vita della popolazione e contribuisce al rafforzamento di tutti i settori dell'economia.

Gli esperti della Mosprom credono che il mercato vietnamita non potrà che guadagnare slancio nei prossimi cinque anni. Stimano che nel 2021, la domanda totale del popolo vietnamita in cibo sarà di circa 85,71 miliardi di dollari, ed entro il 2025 raggiungerà il marchio di 125,28 miliardi di dollari, cioè aumenterà di più di una volta e mezza.

E che dire del complesso agro-industriale?

Tutti gli stessi esperti di Mosprom hanno rivelato che i produttori agricoli in Vietnam spesso incontrano difficoltà nel processo di sviluppo delle infrastrutture necessarie. Questo è il motivo per cui gli agricoltori hanno una domanda di semi, macchine e attrezzature agricole importate.

Inoltre, il consumo di carne vietnamita è aumentato di anno in anno. La Repubblica è tra i primi 10 paesi in termini di consumo di questo prodotto. Così, i fornitori di Mosca hanno una buona possibilità di prendere un posto degno nel mercato dei prodotti di carne del Vietnam prima che qualcun altro occupi questa nicchia. Inoltre, c'è una crescente domanda di:

- prodotti caseari fermentati;

- bevande (alcoliche e non);

- cioccolato e prodotti dolciari sulla sua base;

- pasticcini.

Prodotti e servizi industriali

La rapida crescita della popolazione vietnamita richiede la modernizzazione di quasi tutte le sfere della vita nazionale, compreso il complesso industriale. Una sfida chiave è garantire l'accesso dei cittadini all'acqua pulita e controllarne l'uso. Le aziende specializzate della capitale possono aiutare i vietnamiti a risolvere questo problema vitale. Per esempio, i partner vietnamiti possono negoziare con i moscoviti sulle esportazioni di tecnologie e prodotti per la progettazione di sistemi di approvvigionamento idrico, il riutilizzo delle risorse idriche nelle aree industriali, ecc.

Le aziende della capitale possono anche diventare partner promettenti per il Vietnam nell'industria mineraria. Con la stipula di contratti, le autorità vietnamite saranno in grado di ridurre al minimo i costi in questo settore e di aumentare la compatibilità ambientale delle industrie locali.

Dare forma alla strategia di fornitura

Non è un segreto che quando un'azienda entra in un nuovo mercato, è importante capire come funziona il mercato, cioè

- conoscere la legislazione dell'altro paese;

- essere consapevoli dei bisogni della popolazione;

- essere consapevoli delle licenze, delle certificazioni e delle questioni logistiche.

La prima difficoltà che incontra un fornitore che vuole esportare è la mancanza di esperienza in questo campo. Nel momento in cui un imprenditore capisce finalmente le complessità del commercio internazionale, avrà speso una quantità enorme di denaro e di tempo. Mosprom può aiutare a superare questa fase difficile. Gli esperti del centro praticano un approccio individuale per ogni cliente, il che permette alle aziende di adattarsi piuttosto rapidamente e senza dolore allo spazio economico estero.

0