FATTO IN RUSSIA

Mosca
ITA
Notizie aziendali

Il progetto Biletarium ha partecipato al forum e alla mostra sul turismo Leisure 2020 a Mosca

119
Il progetto Biletarium ha partecipato al forum e alla mostra sul turismo Leisure 2020 a Mosca

Il team del progetto Biletarium è un esperto partecipante a mostre russe e internazionali. I rappresentanti dell'azienda agiscono come esperti e relatori nei più grandi forum del settore, partecipano attivamente agli eventi turistici e ricevono premi in concorsi e festival.

Il forum del turismo e la mostra "Leisure Leisure 2020" è stato il primo grande evento offline per professionisti ed esperti del settore turistico nel periodo post-quarantennale, e anche la prima piattaforma dove il progetto Biletarium è stato presentato ad un vasto pubblico. La mostra si è tenuta dall'8 al 10 settembre sul territorio di Skolkovo Innovation Center e ha riunito i rappresentanti più attivi del settore.

Il direttore dello sviluppo dei servizi Anicia Evdokimova e il direttore del marketing Alena Kalacheva hanno tenuto più di un centinaio di colloqui presso il proprio stand e hanno incontrato i partner e i colleghi chiave del programma di business.

I comitati regionali del turismo hanno confermato l'importanza e la rilevanza del progetto e hanno espresso la loro disponibilità ad assistere il progetto informando l'industria del turismo sulla disponibilità di tale servizio e coinvolgendo i musei nell'uso della piattaforma Biletarium per la vendita dei biglietti e la promozione dei propri servizi. I musei rappresentati alla mostra hanno confermato il loro interesse ad utilizzare il mercato come un modo per attirare il flusso di turisti stranieri e promuoversi sul mercato russo e internazionale. Sono state inoltre avviate trattative con i tour operator russi, che sono in attesa del lancio ufficiale del progetto per l'acquisto di biglietti di gruppo per i loro turisti nei musei russi.

Durante il forum il Comitato del Turismo di Mosca ha presentato un innovativo progetto educativo e turistico "Città delle scoperte" per i giovani dai 18 ai 35 anni. Alena Kalacheva, direttore marketing e PR della giovane piattaforma Biletarium, ha presentato il progetto a un vasto pubblico di rappresentanti dei principali progetti giovanili delle regioni, tra cui Kuzbass, la Repubblica del Tatarstan, la Repubblica di Udmurtia, la regione di Primorsky, la regione di Sakhalin e altri.

La piattaforma Biletarium ha attirato l'interesse di varie associazioni, associazioni e media. La direttrice del servizio di sviluppo del Biletarium, Anicia Evdokimova, ha rilasciato un'intervista al direttore di Vesti Turizm:

"Ci definiamo 'start-up' nel turismo, nonostante la nostra grande esperienza, perché è la prima volta che presentiamo il nostro prodotto informatico. Non ci sono analogie a tutt'oggi, nessuno si è ancora soffermato sull'idea di vendere biglietti specificatamente per i musei e per tutta la Federazione Russa". Ci siamo posti dei piani molto ambiziosi. Ci sono soluzioni locali che vendono biglietti online per un certo numero di musei già automatizzati e all'avanguardia a Mosca, ci sono soluzioni di questo tipo con alcuni musei a San Pietroburgo, ma nessuno è ancora andato a livello nazionale e ha creato un vero e proprio mercato per i musei in Russia.

Ora ci stiamo concentrando sullo sviluppo dell'applicazione più conveniente per gli utenti nazionali e stranieri. Mentre prima della quarantena avevamo programmato di concentrarci esclusivamente sul consumatore straniero, ora abbiamo rivolto la nostra attenzione al turista russo, adattando il nostro servizio anche per lui. Naturalmente, prima di tutto, i paesi di primo ingresso (turisti asiatici, mercati indiani, clienti europei dopo l'introduzione del visto elettronico) saranno gli utenti della nostra piattaforma. Rivendichiamo la convenienza per il singolo turista, che sulla nostra piattaforma troverà l'opportunità di acquistare un biglietto per qualsiasi museo in Russia.

Lo stiamo lanciando proprio ora - annunciamo il nostro prodotto prima del lancio ufficiale nell'autunno 2020. Ora abbiamo più di 50 musei integrati a Mosca e San Pietroburgo, che possono tecnologicamente darci i loro contenuti online, ma ci aspettiamo che entro la fine dell'anno collegheremo tre o sei siti chiave in tutte le regioni della Federazione Russa.

Abbiamo anche elaborato un programma di collaborazione con piccoli musei regionali. Se un museo non dispone di un sistema informativo, possiamo inviare per e-mail le informazioni sui biglietti venduti, in modo che possano stamparle e verificarle. Questa è la nostra unicità: siamo passati dal più piccolo museo di un piccolo paese di campagna, dove all'ingresso siede un curatore e barrera i turisti che sono passati con una penna, alle piattaforme tecnologiche, dove il nostro turista attacca un codice QR al tornello e si dirige senza soluzione di continuità verso il museo, saltando la fila alla cassa.

Ci sono analogie del nostro progetto sul mercato mondiale. Abbiamo negoziato con loro e siamo pronti a dare loro i nostri contenuti per i musei in Russia e nella CSI. Ma non ci sono piattaforme di questo tipo sul territorio della Russia e della CSI. Siamo uno sviluppo assolutamente russo, creato a nostre spese. Siamo un prodotto russo che non è ancora esistito.

C'è ancora una massa di eventi online e offline, ai quali è prevista la partecipazione attiva dei rappresentanti del Biletarium. L'autunno 2020 sarà ricco di progetti turistici regionali che incoraggeranno i musei a collegarsi attivamente alla piattaforma. Un gran numero di partner stranieri sono inoltre in attesa di un incontro e di una presentazione personale non appena saranno eliminate le restrizioni.

Aziende e marchi

0