FATTO IN RUSSIA

Mosca
ITA
Notizie aziendali

Presso il Centro religioso e culturale ebraico "Zhukovka" si è tenuta una mostra dell'eco-artista Aleksandr Cheglakov

124
Presso il Centro religioso e culturale ebraico "Zhukovka" si è tenuta una mostra dell'eco-artista Aleksandr Cheglakov

La mostra "Respiro della natura" dell'artista Alexander Cheglakov, allestita in occasione della festa Tu bi-Shvat (tradotto dall'ebraico come Capodanno degli alberi), si è tenuta nel febbraio 2020 presso il Centro religioso e culturale ebraico "Zhukovka" su invito del capo delle comunità ebraiche Alexander Beard.

"Gli alberi hanno anche il loro Capodanno - una rinascita a nuova vita". E a volte questa rinascita avviene in un modo così insolito: dall'inaridimento di inutili intoppi per diventare un'opera d'arte, decorando l'interno e regalando uno stato d'animo festoso ed emozioni gioiose", - hanno spiegato gli organizzatori della mostra.

Alla mostra erano presenti candelieri dal design unico, menorahs, e il fiore all'occhiello della mostra era una composizione scultorea "Tablets", realizzata con abeti secolari caduti, che simboleggiava l'immagine del Monte Sinai (secondo la Bibbia, su questa montagna Dio apparve a Mosè e diede i Dieci Comandamenti) e "Mosè con le tavole".

"Mi piace dare una "seconda vita" a un albero che merita di essere visto dall'uomo come l'inizio di una "nuova vita" in un albero che ha già perso la sua vitalità. In una nuova veste per l'uomo, in una qualità completamente diversa degli oggetti d'arte e dell'arredamento", ha spiegato l'artista Cheglakov.

A proposito del Centro "Zhukovka

Il Centro "Zhukovka" è uno dei più grandi progetti della Federazione delle comunità ebraiche della Russia. Si tratta di un moderno centro culturale multifunzionale, che offre un programma diversificato: Feste religiose ebraiche, concerti di jazz, musica contemporanea e classica, programmi teatrali per adulti e bambini, interessanti programmi di conferenze su temi sia religiosi che educativi generali.

Allo stesso tempo il centro ospita una sinagoga con una capacità di duecentocinquanta persone, un mikvah, una sala da pranzo per 700 persone, un caffè del latte, un centro per bambini, una biblioteca, camere per gli ospiti e una casa della congregazione.

L'artista

Alexander Cheglakov è un artista che fa rivivere gli alberi perenni caduti in opere uniche - composizioni interne grandi e piccole. Il loro soggetto dipende dalle dimensioni della parte scelta dell'albero, che può avere più di duecento anni.

Il materiale principale per l'autore è il legno secco, ecologicamente puro, non vivente, che è stato esposto all'ambiente per molti anni. Il più delle volte si tratta di una quercia secolare intricatamente piegata, così come di abete rosso e betulla.

Storia dell'origine della creatività

Alexander Cheglakov, dentista di professione, ha trovato il suo hobby e più tardi il riconoscimento nella creatività insolita. Alcuni anni fa, Alexander ha creato un candeliere dalla forma insolita in abete rosso secco, ispirato dalla bellezza naturale e dalla consistenza del legno. Il suo primo lavoro creativo si è poi trasformato in un hobby serio e occupa un posto importante nella vita dell'artista.

Alexander Cheglakov cerca gli alberi nel bosco da solo, a volte scavando letteralmente i suoi reperti da sotto uno strato di neve, ghiaccio, muschio, o da sotto la superficie ammorbidita e finora irrilevante dell'albero.

Mentre cerca un materiale adatto, l'artista incontra nel bosco anche diversi animali (lepri, cinghiali, caprioli e persino cervi) che spesso spingono e ispirano Alexander Cheglakov a creare nuove composizioni scultoree. Il compito principale dell'artista, secondo Alexander, è quello di trovare e mostrare l'inimitabile bellezza creata dalla natura stessa.

Il lavoro dell'artista non danneggia la natura, tutte le sue opere sono una sorta di manifesto per la protezione degli alberi viventi, e la particolare energia porta calore e conforto alla casa.

Composizioni scultoree

Le caratteristiche principali dell'opera d'arte finita dipendono dall'albero trovato: può essere una forma insolita e anelli annuali sporgenti o un bizzarro ornamento di legno, che è stato lasciato dai coleotteri della corteccia, così come il colore ottenuto dopo l'applicazione di cere speciali.

Nelle sue composizioni, a seconda dell'idea finale, il maestro aggiunge frammenti di antiche vetrate portate dall'Italia, pezzi di ceramica siciliana levigati dal mare, intricati rami di corallo californiano o figure di animali in bronzo.

Ogni opera di Alexander Cheglakov è unica e inimitabile. Le forme bizzarre dei legni segati evocano meravigliose emozioni e piacere estetico.

I più sofisticati intenditori d'arte vedono nelle sculture dell'artista immagini luminose del tempo congelato, attraverso le quali emergono i simboli eterni della fragilità della vita. Non è un caso che le opere dell'artista decorino gli interni di artisti famosi come Denis Matsuev, Vladimir Spivakov, Gennady Hazanov, Pavel Chukhrai, Vladimir Mashkov, Pavel Lungin e altri noti personaggi. Ci sono anche diversi pezzi dell'artista in collezioni private americane in California e a Miami.

Alcune delle opere del maestro sono incluse nel catalogo dell'Unione creativa degli artisti russi (TskhR).

Inoltre, Alexander Cheglakov è membro della giuria del concorso fotografico d'arte "Family-Soul of Russia".

Aziende e marchi

0